Home / Pulire gli Infissi / Come Lucidare Infissi in Alluminio Opacizzati: La Guida Passo Passo

Come Lucidare Infissi in Alluminio Opacizzati: La Guida Passo Passo

Come Lucidare Infissi in Alluminio Opacizzati

Ti stai chiedendo come lucidare gli infissi in alluminio opacizzati?

Sei nel posto giusto e, in questa guida, scoprirai come sia facile e veloce mantenere puliti e in ordine porte e finestre realizzate in alluminio.

Basterà scegliere i prodotti giusti, essere regolari nelle operazioni di pulitura e seguire le nostre informazioni e consigli.

 

 

Rinnovare infissi in alluminio

rinnovare alluminio

Gli infissi in alluminio macchiati sono un problema che affligge molti di noi e prima di capire come eliminare eventuali patacche, è indispensabile comprendere l’origine della macchia stessa.

In via generale questa tipologia di infissi risente del clima e soprattutto della salsedine, dello smog e del calcare.

In questo caso sarà necessario un trattamento superficiale protettivo: rivolgiti a chi ti ha installato gli infissi, oppure acquista un prodotto ad hoc per il fai da te.

Inoltre, sarà necessario pulire periodicamente porte e finestre, soprattutto in primavera e prima dell’autunno per mantenerle al meglio.

Se invece, le macchie sugli infissi sono accidentali e comparse dopo un’imbiancatura o lavori alla facciata, basterà passare un detergente universale appena individuata la macchia.

Detto ciò, rinnovare gli infissi, specie quelli in alluminio, consentirà non solo di mantenere la facciata della casa in ordine, ma garantirà la massima efficienza nel tempo degli stessi infissi.

Questi sono molto durevoli, ma la loro superficie come detto, è facilmente attaccabile da agenti chimici, soprattutto acidi, presenti nell’aria e nelle precipitazioni atmosferiche.

Tutto è comunque risolvibile pulendo una o due volte l’anno gli stessi, usando prodotti delicati o naturali e soprattutto asciugando bene la superficie.

Se però si vuole andare sul sicuro, ti consigliamo il già citato trattamento impermeabilizzante e che spesso viene già suggerito dall’installatore.

Vediamo insieme i metodi più diffusi per lucidare gli infissi in alluminio opacizzati.

 

Come ravvivare il colore degli infissi in alluminio

Oltre ad eliminare le macchie e la sporcizia dagli infissi in alluminio, è anche fondamentale mantenere la loro naturale lucentezza.

Spesso infatti, già dopo pochi anni dall’installazione, questi supporti perdono il loro colore e splendore, ma mantenerli come nuovi è possibile, usando anche prodotti ecologici e che sicuramente hai già in casa.

Grazie infatti all’aceto, al bicarbonato, all’olio di lino o di oliva e ad un comune detersivo, potrai ravvivare il colore dell’alluminio e basta utilizzarli solo due volte all’anno, massimo tre.

Ecco di seguito come sfruttare questi prodotti ecologici e sicuri al meglio.

 

Lucidare gli infissi in alluminio con aceto e detersivo

Lucidare gli infissi in alluminio con aceto e detersivo

Grazie ad aceto e detersivo potrai agire sugli infissi in alluminio opacizzati e mantenerne la naturale lucentezza.

Scegli, o un detersivo per i piatti, o contenente sapone di Marsiglia: sgrassatore naturale delicato ed efficace.

Ecco la procedura da seguire:

 

1. Inumidisci un panno

Versa qualche goccia di prodotto su un panno morbido ed asciutto

 

2. Strofina il panno

Strofina bene sulla superficie degli infissi, senza tralasciare alcun angolo.

È importante che il detersivo sia cosparso uniformemente sull’area da pulire.

 

3. Elimina i residui

Dovrai eliminare tutti i residui con una spugna imbevuta di acqua tiepida e aceto.

 

4. Asciuga l’infisso

Alla fine asciuga molto bene l’infisso in alluminio e, se vuoi che la superficie risplenda ancora di più, passa nuovamente un panno imbevuto solo di aceto.

Vedrai, gli aloni spariranno e l’alluminio risulterà come nuovo, luminoso, igienizzato e deterso a lungo.

Puoi anche creare un vero e proprio detersivo fai da te inserendo in uno spruzzino aceto e detersivo per i piatti, così da tenere sempre a portata di mano questo composto ultra sgrassante e ideale per ravvivare superfici metalliche come l’alluminio.

 

Lucidare gli infissi in alluminio con olio di lino e cenere

Lucidare gli infissi in alluminio con olio di lino e cenere

Per ravvivare il colore degli infissi in alluminio puoi anche usare la cenere del camino e l’olio di lino o di oliva.

Questo procedimento lo potrai anche sfruttare dopo aver deterso gli infissi con il metodo sopra descritto.

 

1. Mischia l’olio con la cenere

Basterà unire qualche cucchiaio di olio, a scelta tra lino o oliva, e mischiarlo ad una buona quantità di cenere: il composto dovrà risultare cremoso e non troppo liquido.

 

2. Applica il composto sugli infissi

Applicalo ora sulla superficie degli infissi in alluminio da lucidare, utilizza un pennellino pulito, magari anche quello che solitamente è destinato alla tinta per capelli.

 

3. Attendi per 10-20 minuti

Lascia agire il composto di olio e cenere per circa 10-20 minuti e poi strofina delicatamente con una spugna morbida ed asciutta.

 

4. Asciuga l’infisso in alluminio

Infine dovrai togliere tutto l’impasto pulente con un panno di lana e asciugare bene ogni angolo.

Il risultato sarà sorprendente e la superficie avrà riacquistato la sua originale lucentezza.

 

Come pulire gli infissi in alluminio bianco

Come pulire gli infissi in alluminio bianco

Le metodologie sopra descritte sono ideali per pulire qualsiasi tipo di infissi in alluminio macchiati, ma, soprattutto se si tratta di modelli bianchi, è opportuno prediligere prodotti extra pulenti.

Questi devono infatti essere in grado di eliminare la patina sporca superficiale, ma dovranno anche riportare il bianco al suo candore originario.

Oltre ai prodotti più o meno chimici presenti sul mercato, potrai scegliere di usare qualcosa di estremamente naturale ed economico: l’aceto e il bicarbonato, oppure il limone.

Questi hanno un alto potere sbiancante ed eliminano le macchie grasse da tutte le superfici lavabili, compreso l’alluminio degli infissi.

 

1. Prepara il materiale

Prepara quindi un composto denso e cremoso mischiando aceto (o limone), e bicarbonato di sodio, quest’ultimo è anche leggermente abrasivo ed eliminerà la patina opaca e sporca.

 

2. Cospargi la miscela

Cospargi la miscela su tutta la superficie dell’infisso in alluminio e strofina leggermente

 

3. Lascia riposare

Lascia in posa per circa 10-20 minuti.

 

4. Elimina i residui

Trascorso questo tempo elimina i residui utilizzando la carta di giornale (del quotidiano, mi raccomando).

 

5. Lucida ulteriormente

Infine, dopo aver asciugato per bene gli infissi ed eliminato ogni residuo, potrai lucidare ulteriormente l’alluminio.

Prediligi un panno di daino, quelli che si usano anche per lucidare la carrozzeria delle automobili, bagnandolo leggermente con della cera liquida per pavimenti.

Anche in questo caso il risultato sarà ineccepibile e il bianco originale degli infissi in alluminio sembrerà nuovo e senza alcuna macchia.

 

Prodotti per lucidare alluminio

prodotti per lucidare alluminio

I metodi che abbiamo descritto sono innanzitutto sicuri e naturali, ma anche economici.

Ma spesso è bene prediligere prodotti già pronti e con componenti chimici, soprattutto se dovrai pulire infissi in alluminio molto sporchi.

Intendiamo porte e finestre che da diverso tempo non vengono pulite, magari si tratta di case abbandonate e non vissute da anni, oppure che hanno risentito del clima, della salsedine e dell’usura e trascuratezza.

In questo caso potrai recarti in un negozio di fai da te e bricolage e chiedere il prodotto ideale, ma in via generale potrai orientarti su alcune tipologie di detergenti.

Tra i più amati sicuramente troverai gli sgrassatori universali, oppure specifici per gli infissi in alluminio appunto.

Noi ti consigliamo questi solo in caso di macchie molto ostinate e radicate e dopo aver tentato invano di eliminarle con i metodi naturali descritti sopra.

Il problema dei prodotti sgrassanti infatti, è che spesso risultano troppo aggressivi e possono compromettere la superficie dell’alluminio lasciando aloni opachi.

Decisamente meno aggressivi e naturali sono invece i detergenti a base di argilla bianca, ideali per pulire praticamente qualsiasi superficie della casa.

L’argilla infatti ha un alto potere sgrassante, pulente, igienizzante, antimacchia e deodorante e può tranquillamente essere usata per pulire gli infissi in alluminio molto sporchi.

In commercio, anche nei punti vendita dedicati ai casalinghi, ci sono diversi prodotti già pronti all’uso, alcuni completi di spugna ad hoc.

In alternativa potrai realizzare il tuo personale pulitore all’argilla utilizzandola pura o miscelandola a un cucchiaio di bicarbonato di sodio e a una ventina di gocce di olio di lino o di oliva, dal potere lucidante.

Anche in questo caso il composto andrà sparso su tutta la superficie degli infissi in alluminio e strofinato con la spugna (mi raccomando non di tipo abrasivo o metallico!).

Dovrai poi lasciare in posa per circa 10-15 minuti e poi eliminare il tutto con carta di giornale, di quotidiano, oppure con un panno asciutto e molto morbido.

Potrai lucidare la superficie in alluminio con un prodotto apposito o con della cera per lucidature, anche questi facilmente reperibili in commercio.

 

Ogni quanto pulire gli infissi in alluminio

Oltre a comprendere come pulire gli infissi in alluminio molto sporchi, o in generale per mantenerli al meglio, è indispensabile procedere alla loro manutenzione periodicamente.

Come già sottolineato, la pulizia più profonda, utilizzando anche prodotti chimici o composti naturali, è bene sia fatta due volte all’anno: in primavera e a fine estate o inizio autunno.

Ogni tanto però e, in base al grado di sporcizia che troverai sui tuoi infissi, potrai spolverarli semplicemente con un panno asciutto una volta al mese.

Eliminare infatti la polvere, il pulviscolo ed eventuale salsedine, può fare la differenza e mantenere porte e finestre in alluminio perfettamente e per moltissimi anni.

Questo materiale è purtroppo sensibile a componenti corrosivi come la salsedine appunto, o le particelle acide presenti nelle piogge e nello smog cittadino.

Indispensabile è prevenire il loro deposito mediante trattamenti superficiali ad hoc, da stendere sulla superficie una volta ogni due anni, o anche meno frequentemente a seconda della zona climatica.

Per avere informazioni precise e relative al tuo singolo caso è bene rivolgersi a chi ti ha installato gli infissi in alluminio, oppure chiedi ad un tecnico o manutentore.

Seguendo poi i nostri consigli avrai sempre porte e finestre splendenti, igienizzate e protette, così che il tuo immobile non perda di valore e funzionalità.

 

Conclusioni

Eccoci giunti alla fine di questo lungo articolo.

Qui dovresti aver capito come lucidare infissi in alluminio opacizzati in pochi e semplici passi.

Puoi scegliere prodotti naturali oppure prodotti chimici. Scegli tu cosa preferisci.

Se avessi bisogno di altre info, dai un’occhiata alle nostre guide sulla pulizia degli infissi.

Un caro saluto
Lo staff di Infissi Web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *