Home / Pulire gli Infissi / Come Pulire gli Infissi in Legno: I 6 Metodi Naturali Infallibili

Come Pulire gli Infissi in Legno: I 6 Metodi Naturali Infallibili

Come pulire gli infissi in legno

Vuoi pulire i tuoi infissi in legno ma hai paura di rovinarli?

Sei capitato sull’articolo giusto.

In questo post ti spiegherò come pulire finestre e porte in legno con prodotti naturali, rimuovendo lo sporco senza rovinarli.

Sei pronto? Iniziamo!

 

Come pulire infissi in legno: la guida definitiva

Dato che l’articolo è molto lungo e dettagliato, ho deciso di dividerlo in capitoli.

Qui trovi un indice degli argomenti, in modo che tu possa saltare alla parte che preferisci senza leggere per forza tutto.

 

 

Pulizia finestre in legno

Pulizia finestre in legno

Se abiti in centro oppure in una zona in cui c’è molto inquinamento è probabile che ti troverai a dover combattere con delle finestre molto sporche.

Prima di gettare la spugna, devi sapere che esistono dei metodi piuttosto efficaci che possono aiutarti in questa circostanza.

Innanzitutto puoi rivolgere la tua attenzione verso dei prodotti da supermercato specifici per il tipo di infissi presenti nella tua casa ma evita accuratamente quelli troppo aggressivi che potrebbero rovinarli.

Una soluzione molto semplice e naturale per mantenere i tuoi infissi puliti è la seguente:

  1. Crea una miscela caratterizzata da una piccola quantità di acqua tiepida, un cucchiaio di bicarbonato di sodio e un cucchiaio di aceto bianco.
  2. Mescola bene gli ingredienti
  3. Passa delicatamente questa soluzione sugli infissi utilizzando un panno in microfibra

Grazie all’azione dell’aceto verranno rimosse tutte le incrostazioni e lo sporco mentre il bicarbonato aiuterà a sbiancare la superficie e renderla splendente.

 

Come pulire gli scuri in legno: alcuni consigli utili

Al giorno d’oggi la pulizia della casa è senza dubbio un elemento da non trascurare se si vuole avere un’abitazione sempre bella ed ordinata.

Oltre alla pulizia classica delle varie stanze però bisogna ricordare di pulire anche gli infissi: questi ultimi infatti costituiscono una parte fondamentale della casa che molto spessa viene tralasciata.

Avere porte e finestre non adeguatamente pulite però non solo rende l’abitazione esteticamente meno gradevole ma è anche poco sicuro dal momento che sporco e polvere potrebbero causare diversi problemi soprattutto nei soggetti allergici.

Per tali ragioni dunque è necessario provvedere ad una pulizia frequente ed accurata degli infissi.

I metodi di detersione possono essere differenti e devono essere scelti in base a diversi fattori come il materiale di cui sono costituite porte e finestre.

Se gli infissi sono in legno è opportuno fare molta attenzione ai metodi di pulizia utilizzati poiché alcuni prodotti potrebbero rovinarlo irrimediabilmente.

 

Pulizia delle porte in legno

Come pulire porte in legno in modo naturale

Come pulire porte in legno in modo naturale

Il legno è senza dubbio uno dei materiali più apprezzati per la realizzazione di porte e finestre.

Nonostante sia un materiale molto resistente agli urti e ai danneggiamenti, esso però è anche piuttosto delicato per ciò che concerne la pulizia.

Pertanto il consiglio è quello di utilizzare prodotti naturali che non vadano ad intaccarne la bellezza.

Due ingredienti facilmente reperibili che sicuramente avrai in casa sono l’olio d’oliva e l’aceto.

Entrambi sono ottimi per pulire il legno perché eliminano lo sporco velocemente e rendono la superficie molto lucida.

Ecco come procedere:

  1. Versa in un secchio un pò di acqua tiepida
  2. Aggiungi due cucchiai di olio e due di aceto
  3. Mescola bene
  4. Prendi un panno pulito e soffice e immergilo nella soluzione
  5. Strizza bene e strofinalo leggermente sulle zone che intendi pulire.

Questa pulizia può essere fatta all’occorrenza ogni volta che preferisci perché l’olio e l’aceto sono due ingredienti biologici che non andranno a rovinare il tuo infisso in legno.

 

Come pulire le porte in legno di noce

Anche per quanto riguarda il legno di noce vale lo stesso discorso.

Se hai delle porte realizzate con questo materiale cerca di evitare i prodotti chimici che potrebbero rovinare il legno.

Al contrario usa una miscela realizzata con latte e acqua, (si, hai capito bene, ho detto proprio latte 🙂 ) distendendola sulla parte usando un panno che non lasci alcun residuo.

Nel caso in cui il colore del legno fosse molto scuro puoi anche optare per un infuso di té nero ma fai attenzione perché potrebbero crearsi delle macchie: abbi cura quindi di asciugare sempre la zona una volta lavata.

Se vuoi rendere il legno di noce più lucido e splendente anche in questo caso puoi usare l’olio d’oliva in piccole quantità.

In alternativa usa della cera d’api: in genere la si acquista ancora solida e la si fa sciogliere a casa su un pentolino.

Successivamente basta usare un panno di lana (per evitare graffi) per stendere il tutto ed attendere all’incirca 48 ore per l’asciugatura.

 

Come pulire porte legno verniciate

Per le porte in legno verniciate la pulizia deve essere fatta meticolosamente dal momento che dei prodotti sbagliati potrebbero portare alla rimozione della vernice e di conseguenza a rovinare la porta.

Se non vuoi usare della semplice acqua tiepida (che in molti casi si rivela essere la soluzione più efficace nonché la più economica) puoi mischiarla con del sapone di Marsiglia oppure con dell’aceto bianco.

Prima di lavare la superficie però prendi un panno pulito e asciutto per spolverare le aree più sporche facendo attenzione a non graffiare o rovinare il legno.

Le porte in legno verniciate infatti sono estremamente delicate ed ogni urto potrebbe danneggiarle.

Dopo aver spolverato con cura prendi un secchio e riempilo per metà con acqua, poi versa una piccola dose di sapone di Marsiglia o di aceto e lava la parte.

Non dimenticare di sciacquare con cura e di asciugare una volta conclusa l’operazione.

 

Come pulire porte bianche opache

Nel caso in cui le porte della tua casa dovessero essere bianche e opache dovrai concentrarti a ridare loro splendore perché di solito con il passare del tempo essere tendono a scurirsi ed ingiallirsi.

Un ottimo alleato per tale scopo è il bicarbonato, un ingrediente naturale che aiuta le tue porte a ritornare bianche come prima.

Un altro metodo ancora più naturale consiste nell’usare una patata.

Ecco come procedere:

  1. Tagliala a metà
  2. Dopo averla sbucciata strofinala sulla tua porta
  3. Sciacqua con cura con dell’acqua per eliminare eventuali residui e cattivi odori

Se la patata non dovesse sortire alcun effetto puoi sempre usare del sapone di Marsiglia da strofinare bene sulla superficie e in particolar modo nella parte delle maniglie poiché è quella più esposta e in cui lo sporco è più evidente.

 

Come pulire le porte in legno esterne

Oltre agli infissi all’interno della casa dovrai pensare naturalmente a pulire anche quelli dell’esterno.

In modo particolare le porte esterne possono accumulare molto sporco dal momento che si trovano a contatto diretto con gli agenti atmosferici e lo smog cittadino.

Se la porta esterna è in legno usa prima un panno asciutto per spolverare bene.

Se la porta presenta dei dettagli particolarmente lavorati su cui è difficile intervenire puoi usare un vecchio spazzolino da denti oppure un pennellino dalle setole molto morbide.

Successivamente puoi procedere al lavaggio vero e proprio usando l’acqua e il sapone di Marsiglia nelle stesse dosi.

Per lavare usa uno strofinaccio in spugna mentre adoperane uno leggermente umido per sciacquare via i residui di sapone.

Per asciugare la porta esterna invece puoi usare un panno in microfibra ma non lasciare che si asciughi all’aria aperta: se infatti non hai sciacquato bene la superficie, la porta asciugandosi potrebbe presentare delle antiestetiche macchie.

Se preferisci puoi anche ultimare la pulizia usando della cera d’api che creerà un film protettivo sulla porta e la renderà più lucida.

 

Pulizia degli infissi in PVC

come pulire finestre in pvc

Come pulire gli infissi in pvc

Negli ultimi tempi gli infissi delle abitazioni sono realizzati molto spesso in PVC, un materiale scelto in modo particolare per il fatto che non necessita di una manutenzione frequente.

In ogni caso anche il PVC ha bisogno di essere pulito, soprattutto se si tratta di infissi che si trovano in città e che dunque possono accumulare smog e polvere.

Oltre ai prodotti tradizionali acquistabili tranquillamente in qualsiasi negozio, per pulire gli infissi in pvc puoi adoperare anche dei semplici rimedi naturali.

Uno dei più rapidi consiste nell’usare un aspirapolvere con spazzole soffici che possa allontanare tutta la polvere accumulata durante la giornata.

Per una pulizia più accurata invece puoi utilizzare un secchio con una certa dose di acqua tiepida e sapone e immergervi all’interno un panno morbido con il quale ultimerai l’operazione.

Una volta lavati gli infissi ricorda di asciugarli con un panno leggero e soffice mentre evita la candeggina e le spazzole troppo ruvide.

Per maggiori informazioni leggi la guida definitiva per la pulizia delle finestre in PVC.

 

Conclusioni

Eccoci giunti al termine di questo articolo sulla pulizia degli infissi in legno.

Sono sicuro che questi metodi naturali ti aiuteranno a pulire i tuoi infissi.

Se avessi bisogno di altre info, dai un’occhiata a tutte le guide su come pulire gli infissi.

Un caro saluto
Lo staff di Infissiweb.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *