PVC o Alluminio: Tutte le Differenze tra Infissi in PVC e Alluminio (2020)

PVC o Alluminio

Benvenuto! In questo articolo vedremo insieme i pro e contro degli infissi in pvc e alluminio e in quale caso sia più saggio scegliere un materiale rispetto all’altro.

All’interno della guida troverai anche riferimenti a insonorizzazione, isolamento termico, a muffa e condensa.

Ho cercato di essere il più completo possibile, in modo da darti una panoramica totale sugli infissi in pvc o alluminio e aiutarti nella scelta.

Se leggerai l’articolo fino in fondo, scoprirai quale è il miglior materiale fra il legno, pvc o alluminio, e sarai in grado di scegliere i maniera più consapevole i tuoi prossimi serramenti.

Iniziamo!

 

Infissi in PVC, Alluminio o Legno: quale è il materiale migliore?

Negli ultimi mesi, ho constatato come la domanda più frequente di coloro che si apprestano a sostituire i serramenti sia sempre la stessa:

Meglio infissi in Alluminio o PVC?
Quale materiale scegliere?

Sul web ho trovato decine di articoli e video a riguardo, ma solo pochi di essi spiegavano in maniera davvero completa la differenza fra i vari materiali.

Per questo ho deciso di proporti un articolo completo sulla scelta dei serramenti, passando in rassegna ai tre materiali più utilizzati: l’alluminio, il PVC e il legno.

Dato che il post è piuttosto lungo, ho deciso di inserire un indice degli argomenti, in modo che tu possa facilmente saltare alla parte che ti interessa senza leggere anche il resto.

 

 

Infissi in Alluminio 

infissi in alluminio

Partiamo da uno dei materiali più comuni: l’alluminio.

Devi sapere che esistono due tipologie di serramenti in alluminio: alluminio a taglio freddo e alluminio a taglio termico.

Vediamo subito le differenze.

 

Serramenti in alluminio tradizionali

Gli infissi in alluminio tradizionali (chiamati alluminio a taglio freddo) sono quei serramenti composti totalmente in alluminio.

L’alluminio è un metallo, e come tale è un ottimo “conduttore”: è in grado cioè di trasmettere il freddo e il caldo da una parte all’altra.

Cosa significa tutto ciò?

Gli infissi in alluminio a taglio freddo trasmettono il freddo all’interno della tua casa.

Prova ad avvicinarti ad una finestra in alluminio a taglio freddo.

Noterai immediatamente che la temperatura nei pressi dell’infisso sia di qualche grado inferiore al resto della casa.

Sebbene questo ti possa sembrare una caratteristica da poco, devi sapere che fa tutta la differenza del mondo.

Perchè se all’esterno c’è una temperatura di 5° e all’interno di 20°, il freddo incontrerà il caldo, e nel punto di rugiada provocherà la formazione di condensa.

Questo significa che, con finestre in alluminio a taglio freddo:

  • soffrirai maggiormente il freddo
  • le spese di riscaldamento saranno molto più elevate
  • si formerà la condensa e la muffa

Quindi, l’alluminio a taglio freddo è assolutamente sconsigliato!

 

Serramenti in alluminio a taglio termico

Per fare in modo che l’alluminio non trasmetta freddo e caldo all’interno della casa, è stato pensato di inserire un materiale isolante all’interno del profilo, in modo da “spezzare” questa trasmissione di temperatura.

Le finestre in alluminio a taglio termico sono dunque composte da un cuore in PVC e dell’alluminio ai lati esterni del serramento.

Tuttavia, per raggiungere valori di isolamento termico paragonabili agli infissi in PVC o legno, è necessario che l’isolante interno sia molto spesso, altrimenti il serramento continuerà a trasmettere il freddo e il caldo all’interno della tua casa.

Ovviamente, l’aggiunta di un grande materiale isolante comporta anche un aumento di peso del serramento e dei suoi costi.

Pertanto, per avere un serramento in alluminio a taglio termico con le stesse prestazioni di un infisso in PVC, dovrai spendere di più.

Quindi, prima di scoprire i pro e i contro di questo materiale, ti consiglio gli infissi in alluminio a taglio termico solo se hanno lo stesso valore di isolamento termico degli infissi in PVC o legno (di cui parlerò nei prossimi capitoli).

 

Infissi in alluminio a taglio termico: pro e contro

Pro Contro
Non necessita di manutenzione Rapporto qualità/prezzo discreto
Non ha limiti dimensionali Necessita di un grande isolamento (peso superiore)
Massima flessibilità nelle lavorazioni e nelle colorazioni

 

Infissi in PVC 

infissi in pvc

I serramenti in PVC hanno fatto il proprio ingresso nel mercato alla fine degli anni Ottanta, e grazie alle proprietà isolanti e all’ottimo rapporto qualità/prezzo, sono diventati oggi i serramenti più venduti in Italia.

Vediamo insieme le caratteristiche delle finestre in PVC.

Il PVC è un materiale non conduttore: grazie alle sue proprietà fisiche è in grado di non trasmettere il freddo e il caldo.

Questo significa che se la temperatura esterna è di 5° e quella interna di 20°, se apri la finestra e metti una mano sulla parte esterna del serramento, lo sentirai freddo.

Se invece proverai a toccare la parte interna, avrai una sensazione di calore: non c’è contatto tra freddo e il caldo, perchè il PVC, essendo un isolante, non ne permette la trasmissione.

Questa sua caratteristica gli permette di limitare dunque la formazione di condensa e di muffa.

Altri aspetti positivi del PVC sono:

  • ha un ottimo rapporto qualità/prezzo
  • se installato correttamente, garantisce un ottimo isolamento acustico
  • grazie alle sue caratteristiche isolanti, non provoca la formazione di muffa e condensa
  • non necessita di manutenzione
  • è molto semplice da pulire

Ma quindi il PVC è un materiale perfetto? – ti chiederai –

Beh, come tutte le cose, anche il PVC ha i suoi difetti.

Spesso infatti si trovano sul mercato dei serramenti in PVC di scarsa qualità: profili provenienti dall’est Europa assemblate da artigiani che non sono in grado di garantirne una certificazione.

 

Come scegliere un serramento in PVC di qualità?

Per essere sicuro di non sbagliare, ti consiglio di rivolgerti a un grande marchio di serramenti (qui trovi la classifica delle marche di serramenti in PVC) che:

  • applica un controllo qualità giornaliero
  • certifica gli infissi tramite test di laboratorio
  • invia a sorpresa i propri tecnici in cantiere per verificare che i serramenti vengano installati correttamente

 

Quali caratteristiche devi richiedere al serramentista?

Le caratteristiche principali che deve avere un serramento in PVC di qualità sono le seguenti:

Vetri antinfortunio

Quando ti rivolgi al serramentista, verifica sempre che i vetri siano antinfortunio.

Canalina termica di materiale isolante

La canalina è il profilo che si trova all’interno delle due lastre di vetro (o tre, in caso si tratti di vetro triplo), e deve essere assolutamente di materiale isolante.

Infisso in PVC con Canalina Termica

Ancora oggi, spesso si trovano in giro serramenti con canalina termica in alluminio.

Come ti ho spiegato precedentemente, l’alluminio è un materiale conduttore, per cui una canalina termica in alluminio provoca la formazione di condensa sui vetri delle finestre.

 

Infissi in PVC: pro e contro

Pro Contro
È un materiale isolante con buoni valori termici Limiti dimensionali
Non necessita di manutenzione
Ottimo rapporto qualità/prezzo

 

Infissi in Legno

infissi in legno

Eccoci giunti al capitolo sul legno, uno dei materiali più antichi e pregiati per costruire le finestre.

Spesso, tanti colleghi serramentisti sconsigliano questo materiale perchè “ha bisogno di molta manutenzione“.

Questo è il caso di serramenti in legno del passato, ma devi sapere che negli ultimi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante.

Gli infissi in legno di ultima generazione vengono trattati con vernici ecologiche ad acqua e non hanno bisogno di molta manutenzione (sono garantite addirittura dai 7 ai 15 anni).

Il legno inoltre è isolante naturale, e per questo, se installato correttamente, non provoca la formazione di condensa e muffa e non trasmette il freddo e il caldo all’interno del tuo appartamento.

Negli ultimi anni hanno preso piede gli infissi in Legno Alluminio: serramenti che sono in grado di unire la bellezza del legno all’interno, con la praticità dell’alluminio all’esterno.

Infissi in Legno Alluminio

Il legno interno infatti è in grado di dare alla tua casa un tocco di eleganza e calore, mentre l’alluminio esterno protegge totalmente dalle intemperie e dagli agenti atmosferici.

Di negativo, c’è il fatto che il prezzo dell’infisso in legno o del legno alluminio è leggermente superiore rispetto al PVC.

 

Infissi in legno: pro e contro

Pro Contro
È un isolante naturale con ottimi valori termici Ha bisogno di una leggera manutenzione
È un materiale molto elegante Discreto rapporto qualità/prezzo
Massima flessibilità nelle lavorazioni e nelle colorazioni

 

Come scegliere un’azienda di infissi?

Ok, eccoci giunti ad una delle parti fondamentali di questo articolo.

Dopo aver parlato dei vari materiali, vorrei dedicare un capitolo alla cosa più importante di tutti: la posa in opera.

 

Posa in opera

posa in opera

La posa in opera è l’operazione di installazione degli infissi, ed è molto più importante di quanto si possa pensare.

Tutto quello di cui ti ho parlato fino ad ora non ha alcun valore se l’infisso non è corredato da una corretta posa in opera, ossia, se il serramento non viene installato correttamente.

Devi sapere che test di laboratorio hanno dimostrato che la posa in opera incide per il 70% sulle prestazioni di un serramento.

Questo significa che se acquisti un infisso della migliore marca del mondo, con caratteristiche stratosferiche, che viene installato scorrettamente, hai buttato letteralmente i soldi dalla finestra.

Perchè l’infisso non sarà in grado di isolare dalla pioggia, dal vento, dal rumore, e provocherà la formazione di muffa e condensa.

Acquistare un ottimo infisso e montarlo in modo scorretto è come acquistare una giacca per proteggersi dal caldo e camminare scalzi sulla neve.

Il prodotto è ottimo, ma il freddo penetra lo stesso.

Quindi, come posso verificare che un’azienda installi le finestre in maniera corretta? Ecco i miei due consigli:

  1. Controlla che sia certificata
  2. Leggi le opinioni dei clienti

Controlla le certificazioni di posa in opera

Devi sapere che esistono delle certificazioni che permettono di verificare se un’azienda sia qualificata ed in grado di installare correttamente gli infissi.

In Italia esistono decine di certificazioni, ma le più importanti sono IFT di Rosenheim e CasaClima

Leggi le opinioni

Tuttavia, le certificazioni non bastano.

Per essere sicuro che l’azienda sia in grado di mantenere le promesse, leggi le recensioni.

Cerca su Google, vai su Linkedin, su Facebook, verifica il sito web dell’azienda.

Se si tratta di una realtà seria, lo capirai fin dal primo istante.

 

Vuoi scoprire quale è il miglior rivenditore di infissi nella tua zona?
Clicca qui e scoprilo subito: Trova rivenditore” 

Conclusioni

Ecco a te una tabella riassuntiva sulle differenze fra infissi in alluminio, pvc e legno.

 

Materiale Consigliato
Infissi in alluminio a taglio freddo Assolutamente no
Infissi in alluminio a taglio termico Si*, con un buon isolamento
Infissi in PVC Si*, solo se PVC di qualità con canalina termica
Infissi in legno Si*
Infissi in legno alluminio Si*

*se corredati da una corretta posa in opera

 

Siamo giunti al termine di questo lungo articolo sulle differenze fra pvc, alluminio e legno.

Spero di averti aiutato nella scelta del miglior infisso per la tua casa.

Se avessi bisogno di altre informazioni lascia pure un commento qui sotto. Cerco sempre di rispondere a tutti.

Se invece devi sostituire i tuoi infissi, scopri i migliori rivenditori di infissi, selezionati dal team di infissiweb.it

Un caro saluto
Lo staff

 

Fonti:
BG Legno
Tigullio Design 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *